Home Relazioni Donne con relazioni invio foto in privato

Divulgare foto intime senza consenso: come difendersi

Donne con relazioni invio 30775

Alessandra Montelli La diffusione di immagini non autorizzate è un nuovo reato, soprattutto quando è associato al ricatto o alla vendetta, che avviene dopo la rottura di una relazione. Anche dopo la rottura di una relazione. Se ci si sottrae, si rischia di vedere le proprie foto intime in Rete. La vendetta assume, quindi, la forma della minaccia. Altre volte, invece, quelle immagini diventano virali, rimbalzando negli smartphone di mezza Italia, fino a colpire chi - suo malgrado - ne è stata protagonista. Si era fidata, condividendo i suoi video intimi con conoscenti. Ma non ne avrebbe mai immaginato la divulgazione massiccia che l'avrebbe messa in ginocchio.

Non è che forse molte donne vorrebbero conoscere davvero la psicologia maschile per poter esercitare con più facilità la propria mania del controllo? In attuale articolo non parliamo né di autoritа, né di manipolazione. Ma di ingenuità, ancora una volta. Tutto collegandolo alla psicologia maschile, dato che tanto interessa. Non per niente nel percorso Come fare innamorare un uomo e tenerselo clicca sul titolo per vedere all'istante i video gratuiti e iscriverti gratis e senza impegno dedico ampio ambito a spiegare i meccanismi della attenzione maschile, ma anche a come divenire più astute, accorte e sicure per quel che riguarda le relazioni. Perché alla faccia di quel che abitualmente si crede relativamente ai tempi moderni, perdura una convinzione ben radicata nella mentalità maschile ed è che le donne siano meno intelligenti degli uomini o più stupide, vedi tu.

Reati informatici 17 Aprile Col termine sexting si fa riferimento allo scambio di foto o video sessualmente espliciti, oppure comunque inerenti la sessualità, spesso realizzati col cellulare e diffusi tramite SMS o MMS. Sexting Scattare una fotografia in posa sensuale e inviarla al proprio fidanzato è una moda del momento, ma spesso non si tiene conto del fatto che quelle fotografia vengono conservate su un dispositivo digitale, e quindi sono nelle mani altrui, con tutti i rischi del accidente. Oppure pensiamo alla diffusione di tali materiali per semplice scherzo. Le conseguenze psicologiche sulla vittima possono essere devastanti. Oltre alle conseguenze sulla vita assistenziale e la reputazione, sono soprattutto le conseguenze di ordine legale che devono essere tenute in conto. Si distingue due ipotesi: - sexting primario, quando è il protagonista dell'immagine a effondere la foto a terzi; - sexting secondario, quando la diffusione a terzi avviene ad opera di una individuo diversa da quella ripresa nell'immagine affinché ha poi inviato la foto la prima volta. Ovviamente il sexting è legale se le parti coinvolte sono maggiorenni e consenzienti. La Cassazione sez.