Home Libere Anonimi appuntamento sempre tanta voglia

Frigida: l’appuntamento al buio più pazzo di sempre : finito ovviamente in tragedia

Anonimi appuntamento 50226

Chi è Tony Sandoval oggi? Un talentuoso creatore di storie dalle atmosfere oniriche, inventore di mondi affascinanti e lontani. Nel belpaese abbiamo avuto modo di conoscerlo ed apprezzarlo grazie alla casa editrice Tunué che ha portato in Italia quasi tutte le sue opere. Ma chi è davvero Tony? Questa graphic novel non è una lettura semplice. Le vicende che apprende sono terribili e dolorose e qualche volta sono talmente semplici e belle da far commuovere. E non si ferma Tony, va avanti. Regalandoci la sua storia, i suoi sogni. Etichette: Tunué.

Quando ha lasciato il Fatebenefratelli, ieri mane intorno a mezzogiorno, dopo il antecedente soccorso nell'ospedale di via Manzoni, Alba Oliveira Fonseca, 20 anni, ex studentessa dell'istituto tecnico «Giustino Fortunato» in vico Acitillo, era ancora sotto choc bensм abbastanza lucida nel ricordare quello affinché era accaduto qualche ora prima quando l'auto a bordo della quale viaggiava con tre amici, è volata per ventuno metri, nel vuoto, in comincia Posillipo, a pochi passi da Agorа San Luigi. Le sue condizioni, per fortuna, sono apparse subito non particolarmente gravi: qualche ferita sul corpo, un ematoma sulla guancia sinistra e diverse contusioni causate dalla violenza dell'impatto. Addirittura se - dopo i primi controlli al Fatebenefratelli - i medici hanno deciso di trasferirla ugualmente al Cardarelli per ulteriori accertamenti volti a evitare un problema epatico che sembrava accadere. Bravi anche i ragazzi che frequenta, sempre gli stessi. È stato un brutto incidente, solo una tragica fatalità». Rossella Amato, Stefano Scarciello, Aurora Fonseca, Luca Mastroianni Sulla barella che la sta portando verso l'ambulanza che dal Fatebenefratelli la trasferirà all'ospedale Cardarelli, la giovane Aurora ricorda quei momenti avanti dell'incidente e racconta una serata cominciata in allegria con tanta voglia di divertirsi insieme con gli amici di sempre. L'appuntamento era nei pressi di un locale di Chiaia dove la comitiva di amici lavora saltuariamente. L'auto era quella di Stefano, o migliore, del papà di Stefano, Carmine Scarciello, che gliela presta ogni volta affinché il figlio ne ha bisogno. Compiuto il suo turno di lavoro ha preso l'auto e ha raggiunto all'istante gli amici che lo aspettavano per uscire tutti insieme.

Il Pianista invece no, sta al divertimento e le risponde. Da qui è partita una cazzo di Odissea affinché se mi mettessi a postare gli screenshot ci perderei la testa, quindi copio il testo, togliendo i commenti superflui che in quel marasma è difficile capire la sequenza temporale di come sono andate le cose. Complessivo quello che leggerai da qui in avanti lo puoi leggere fra i commenti originali della storia del Pianista. Giovedí alle 20 lí davanti. Niente numeri, niente nomi. Io andró comunque perché devo venerare i miei Dei almeno due volte a settimana.