Home Datazione Baci alla francese niente barriere

I Baci di Alassio hanno 100 anni e dichiarano guerra alla Francia

Baci alla francese niente 13472

Coronavirus, stop a baci, abbracci e strette di mano. Come cambia il saluto nel mondo Dalla Cina alla Polonia, il Guardian ha stilato una lista di abitudini in trasformazione Paese per Paese 03 Marzo 2 minuti di lettura NO alle strette di mano, ai baci, al dammi il cinque, e per carità no agli abbracci. Ai tempi del coronavirus le abitudini legate al saluto stanno cambiando in tutto il mondo. Il saluto negato ad Angela Merkel del ministro dell'Interno, Horst Seehofer, durante un evento pubblico a Berlino, in altri tempi sarebbe stato un segno di grande scortesia. Oggi no.

Angelo Galtieri, il vicesindaco oggi sindaco facente funzioni per un inciampo tra il burocratico e il processuale del autentico primo cittadino, Marco Melgrati , non esita a colpire la Francia in uno dei suoi simboli di dolcezza, i «macaron», o meglio i «Paris macaron». E cioè quei dischetti meringati, di tanti colori, con al cuore una crema al cioccolato o, ultimamente, vari gusti di frutta. E per dare più sostanza al suo argomentazione, mostra le ricette dei due dolci: «I Baci di Alassio hanno come ingredienti base la farina di nocciole, gli albumi, lo zucchero e il cacao. I Paris Macarons, da non confondersi con altri dolcetti chiamati insieme il semplice nome macarons, di albori medievale, sostituiscono la farina di nocciole con quella di mandorle. Differiscono appresso nella forma, più a cupola i Baci Alassio, a disco quelli francesi, che vengono da una ganache al cioccolato, anche se oggi ci sono versioni con diverse guarniture», aggiunge Galtieri.

Una giornata che prevede baci sulle labbra e sulle guance per testimoniare affetto e affetto per i propri cari. Niente timidezza, niente paura di completare un gesto sconveniente. La giornata eccezionale del bacio vuole proprio che le barriere siano superate. La festa è stata inventata in Gran Bretagna negli anni Novanta. Proprio il Paese in cui vivono i più grandi consumatori europei di balsamo per le labbra e rossetto.