Home Amore Donna senza mutande voglia di prenderlo in bocca

La calda moglie

Donna senza mutande 35629

Sei eccitata? Togliti le mutandine! Ti piace il cazzo? Hai voglia di prenderlo in bocca? Io ti scoperei fino a farti male! Hai la fichetta depilata?

Adesso niente, voleva solo scopare, sempre scopare, lei usciva di casa con egli nel letto con il membro già ritto di prima mattina, sapeva affinché la spiava mentre si vestiva, affinché controllava che mutandine indossava, quando metteva i collant vedeva il suo accidenti diventare sempre più duro e a volte fare capolino fra le lenzuola. Non che la infastidissero quegli sguardi e quelle erezioni, ma avrebbe voluto anche qualche carezza e qualche definizione dolce. Ogni tanto comunque se lo vedeva particolarmente eccitato glielo prendeva in mano e lo stringeva forte, altrimenti glielo segava un poco piano, a volte arrivava a leccargli la edicola e prenderlo un poco in fauci. Aveva un sapore forte il accidenti di suo marito, forse quella barbarie si era fatto una sega come al solito gurdando qualche porno. A volte lui faceva in tempo a infilarle una mano fra le cosce, a volte le infilava un alluce dentro. In quei casi andava al lavoro con il sapore del affiliato di suo marito in bocca e le mutandine umide, era una attraente tortura. Lasciava ogni mattina le sue mutandine sporche in bagno in bellavista, sapeva che lui le avrebbe prese annusate e leccate e poi le avrebbe avvicinate alla cappella dura.

L'unico rumore che più che rumore, è baccano, lo fai tu nella mia testa affollata e piena di cose. Le poche e ovattate voci affinché sento, arrivano dalla strada rovente e assolata. Risuonano in lontananza, al di là dei vetri spessi, indefinite. L'orologio sul cellulare segna le tre in punto di un pomeriggio davvero abbondante afoso e soffocante.