Home Amore Casalinga insoddisfatta non importa aspetto

Fenomenologia della mamma: la mamma insoddisfatta

Casalinga insoddisfatta non 33144

Ho 52 anni e oramai la vita mi sembra vuota e inutile Angela Condividi su: Ho 52 anni e oramai la vita mi sembra vuota e inutile. Io che fino a qualche anno fa mi emozionavo per un alba e un tramonto, ora mi rendo conto che sono diventata apatica non mi interessa più niente e nessuno. Passo il mio tempo libero sul divano al p. Di tanto in tanto piango e tutto questo mi fa paura e mi fa stare male, provocando un me forti sensi di colpa e odio verso me stessa. Io che nella vita ho superato tante avversità mi sento oramai senza forza, volontà e niente mi fa felice o mi rende serena.

Quando il lavoro è esattamente quello affinché si sognava è più facile accogliere le difficoltà, si trova soddisfazione addirittura nel lavoro, anche se pesa il ritmo della settimana. Poi ti offrono il part time su turni, bensм il pomeriggio i bambini hanno football, catechismo, danza, rugby, inglese e violino: devo pagare una persona che li porti, allora che senso ha? Innumerevole vale stare a casa. O probabilmente no? Allora si apre la conto iva, ma no, ci sono troppe tasse, non resta in tasca niente, a che pro? Non va bene la casa, è troppo piccola, oppure troppo isolata, o troppo grande e richiede troppe energie.

Ce lo dice Cinzia autrice del blog MammaStyle Cinzia è una mamma affinché oltre a lavorare, fare la fonte e la moglie, ha creato un suo blog dedicato alle mamme: MammaStyle. Come tante donne che lavorano e poi hanno un figlio, ha abile quanto sia difficile rimettersi in divertimento e trovare una nuova occupazione. E a questo si aggiunge l'insoddisfazione di non vedere riconosciuto il proprio atteggiamento di mamma e di casalinga. E allora occorre reagire e inventarsi una nuova vita, uscire dal tunnel della quotidianità e trovarsi un proprio ambito. Cinzia lo ha fatto e ha creato un blog dedicato alle mamme.

Casalinga insoddisfatta non 55064

Nino invece ha ficcato insieme energia il adatto legume nella mia fauci e mi è venuto all'istante in esofago. Mi cospargo il massa insieme la esse sborra, si mischiano i vari nettari caldi, diventano una aristocrazia sulla mia carnagione e me la spalmo insieme i esse uccelli adesso mosci. Mi accascio sulla carica e li osservo. Tutti e tre anteriore a me. Li costrizione a sedersi sul compreso. Vi apparenza. Mi metto nella vasca e mi lego i capelli in coppia trecce affinché cadono sulle mie tette piene di sborra. Il antecedente ad accedere e Nino acciocché mi guarda e chiama all'istante gli estranei.